A Milano una donna su due è attratta dai sex toys

Chissà di cosa sarà merito – o colpa - … del traffico? Della nebbia? Del Duomo? A dir la verità il motivo non si sa, ma dobbiamo accettare che a Milano l’interesse della donna per i sex toys, vibratori, dildo e simili è davvero aumentato. Lo rivela un’indagine dell’ Aispa su un campione di 500 donne milanesi condotto attraverso un questionario anonimo.

Il risultato è, come anticipato nel titolo, che tra le donne di Milano intervistate, più del 50% è attratta dai gadget erotici, il 20% li ha già provati almeno una volta nella vita e un altro 30% ammette di essere molto incuriosita tanto da averli maneggiati o toccati, senza riuscire però ad acquistarli e/o utilizzarli.
Questa indagine afferma anche che non è in crescita il desiderio di autoerotismo, in quanto l’esperienza con i sex toys è quasi sempre condivisa con il proprio partner, che personalmente li propone nel rapporto sessuale per un 60% dei casi.

Viene quindi da domandarsi se stia cadendo il tabù del sesso “artificioso”, visto che il 70% delle donne di Milano intervistate si dichiara molto soddisfatta di aver allargato i propri orizzonti sessuali e di aver scoperto il fantastico mondo dei gadget erotici, che fino a poco tempo fa era un territorio proibito e del tutto sconosciuto.
E voi cosa ne pensate dei sex toys e del loro utilizzo in coppia? E’ una mania esclusiva del nord Italia oppure si è sviluppata in tutta la penisola?