arte dello Spanking

Sia un tempo che attualmente lo Spanking è una delle attività preferite nei rapporti sessuali.

Si legge in una lettera erotica, del 13 dicembre 1909, che James Joyce inviò all'amata moglie Nora :“Puniscimi quanto vuoi. Sarei pazzo di gioia a sentirmi la pelle infuocata sotto le tue mani. Capisci, Nora cara? Vorrei che tu mi picchiassi, frustassi perfino. E non per gioco, cara, ma sul serio e sulla carne nuda.” [...]

Al giorno d'oggi si legge, ed esempio sul magazine ‘Rolling Stone’,  in un'intervista a Rihanna dichiarazioni riguardanti la sua pratica sessuale preferita "Mi piace essere sculacciata.. Sottomessa a letto? E’ divertente. Puoi fare la signorina e avere qualcuno che fa il macho e che è responsabile di tutto. Per me è estremamente piacevole". E non è la sola, anche la Ciccone (in arte Madonna), Catherine Zeta Jones e Britney Spears hanno fatto dichiarazioni simili preferendo però il ruolo delle dominatrici.

Spanking, dall’inglese sculacciare, è una pratica sessuale molto eccitante che consiste semplicemente nello sculacciare il/la partner. Può essere praticato in diverse maniere, prima di un rapporto o durante per aumentare l'eccitazione, inoltre per alcune persone praticarlo anche al di fuori di un rapporto sessuale provoca una certa soddisfazione sia nel farlo che nel riceverlo.

Solamente nei rapporti BDSM lo Spanking è usato come pratica educativa e di correzione, non sempre si arriva all'eccitazione, ma viene usato più come forma di umiliazione psicologica e per provocare dolore fisico. Diciamo dunque che l'area dello Spanking è molto ampia, c'è chi lo fa per gioco, ed è la forma più diffusa, e chi invece lo fa più seriamente con le relative doloranti conseguenze. La cosa assolutamente importante e necessaria è che il/la partner che riceve le sculacciate sia consenziente.

Durante questa attività erotico-eccitante si possono usare sia le mani nude sia "strumenti di precisione” come fruste , con frange o senza, frustini più o meno rigidi, righelli, paddle , sculacciatori ricoperti da pelliccia per performance più soft e divertenti, di moda quelli che lasciano le scritte come "Love" .. e poi potete usare quello che più vi può piacere, come nella famosa pubblicità in cui un uomo ama farsi sculacciare con vari tipi di scarpe addirittura riconoscendo le sue preferite. 

Le posizioni più gettonate sono: posti sulle ginocchia, posizionati su una sedia/poltrona oppure a quattro zampe sul letto.

Lo Spanking viene usato spesso nei giochi di ruolo come quelli dell'insegnate-studente, capo-segretaria/o, paziente-medico, guardia-ladro e così via.. le motivazioni per sculacciare sono varie, in questi casi, spesso sono a causa di indisciplina, per errori più o meno voluti o per qualsiasi altra cosa. Solitamente quando si impersona il ruolo di sottomesso non si accetta la punizione immediatamente, ci si ribella un po', ma poi supini, ci si deve rassegnare al fatale arrossamento. Per lenire la pelle però potete spalmare nei glutei un'ottima crema dopo sculacciata !
 

Per far arrivare il/la partner ad un alto grado di eccitamento non basta provocare il dolore fisico, anzi, bisogna saper dosare con molta sensibilità i colpi, per capire dove poter arrivare ascoltando molto attentamente il dominato. Vi ricordiamo che spesso anche in un rapporto tradizionale una sculacciata viene data per esaltare l'eccitazione, infatti si trovano dei riferimenti anche nella medicina tradizionale cinese, che individuando proprio nei glutei il passaggio del Meridiano del Cuore, consiglia di percuotere questi ultimi per favorire la liberazione dell'energia sessuale.

Buon divertimento!

arte dello Spanking

L'immagine sopra è tratta dal film "Secretary" (2002), con la sensuale Maggie Gyllenhaal nelle vesti di una segretaria che, innamorata del capo, ama essere sculacciata per errori di battitura volutamente creati da lei stessa.