Ebbene si care Signore e Signori, è proprio vero… il 15 Luglio apre il primo ristorante nudista italiano: si entra vestiti e ci si spoglia subito dopo per cenare liberamente come dei veri naturisti e come mamma ci ha fatti!

 

 

L’idea è singolare, non proprio originale, ma sicuramente in tempi di crisi guardare oltre confine non guasta ed è proprio quello che ha fatto il proprietario del ristorante “L’Italo Americano” a Cerro Maggiore, comune da 15 mila abitanti in provincia di Milano, che ha deciso di dedicare la serata del venerdì a chi vuole mangiare e poi ballare senza veli.

 

 

Infatti a Londra questa formula è già un grande successo e si chiama The Bunyadi, aperto da poco più di un mese, trovare posto impossibile, prenotare improbabile. Si serve solo cibo biologico, non si accendono luci e non si possono utilizzare smartphone o macchine fotografiche. Insomma la privacy è garantita ai massimi livelli. E le oltre diecimila presenze ci fanno capire che la formula funziona, o quanto meno funziona a Londra.

Si sa Londra non è il Regno Unito e il Regno Unito non è l’Italia.

 

 

Insomma anche l’Italia sposa l’idea londinese con un menù di alto livello ad un prezzo comunque in linea con le mode . Il costo? Per 120 euro a coppia, che diventano 79,99 prenotando su Internet si possono assaggiare cibi prelibati e ricercati, con un pizzico di trasgressività che come il sale sui cibi non guasta.

Non ci sarà sicuramente posto per tutti, anche perché per il momento  si parte con una sera alla settimana, ma in base alle prenotazioni, già aperte anche su Groupon, il proprietario del locale deciderà se aumentare le serate senza veli o ridurle a una al mese.

 

“Questo ambiente è solo per naturisti seri” assicura il signor Romeo il proprietario, guardoni, voyeur e curiosi malintenzionati sono dunque avvertiti, per loro qui non ci sarà posto!

 

La giornata inaugurale, per la quale ci sono già decine di prenotazioni, è in programma per venerdì 15 luglio.

Indirizzo: San Clemente 151, 20023 Cerro Maggiore

Pagina Facebook del ristorante: clicca qui