Vibratori in silicone

 

Quando dobbiamo scegliere il vibratore giusto (per noi, per il nostro partner o per un amico) ci troviamo di fronte ad una scelta talmente ampia tanto da essere tentati di seguire il caso. Eppure ogni vibratore ha una determinata forma, funzione e consistenza che può renderlo o meno quello giusto alle nostre esigenze, per questo vale la pena perdere un po' di tempo per informarsi su cosa il mercato mette a disposizione. La forma e le dimensioni da scegliere sono caratteristiche molto soggettive, vogliamo invece concentrarci su quello di cui sono fatti.


Il tema dei materiali di cui sono composti i sex toys è caro sia a noi che ai nostri clienti ed è già stato affrontato in una delle nostre guide ma in questo articolo vogliamo concentrarci su uno dei materiali che fino ad oggi è considerato il migliore in quest'ambito: il silicone (detto anche silicone medicale o anallergico).

Questo materiale viene utilizzato in molteplici ambiti ma le sue caratteristiche ne facilitano l'uso soprattutto in prodotti che entrano in stretto contatto con il corpo umano, basti pensare che è proprio di silicone che sono composti i ciucci per bambini.

I vibratori composti di silicone sono innanzitutto molto semplici da sterilizzare, a differenza di quelli in plastica o altri materiali. La loro consistenza simile a quella delle pelle li rende adatti all'uso in stretto contatto con i tessuti della vagina, dell'ano e del pene sia per lui (come ad esempio per Fleshlight) che per lei (EiLove). Il silicone rende infatti i sex toys morbidi e lisci al tatto mantenendo comunque una certa consistenza del prodotto  e consentendone quindi l'uso per la penetrazione. Contrariamente ai compagni in plastica questi sex toys sono completamente inodori, indeformabili e resistenti sia al calore che ai raggi UV. Sono adatti a tutte quelle persone che soffrono di qualche allergia (tranne in rarissimi casi) e sono privi di ftalati, composti chimici che vengono utilizzati nella produzione di alcuni materiali plastici per renderli più flessibili e modellabili. Come riportato nella nostra guida, gli ftalati sono considerati dei materiali potenzialmente pericolosi perché possono entrare in circolo nel corpo attraverso le mucose della pelle.

Caratteristiche simili a quelle dei vibratori in silicone si possono trovare in sex toys in vetro e in acciaio che hanno un solo piccolo difetto: sono freddi. Il silicone invece si adatta molto velocemente alla temperatura corporea, vi basterà stringere tra le mani il vibratore per pochi minuti per arrivare alla temperatura desiderata. Inoltre alcuni produttori mettono a disposizione degli "scaldini" per sex toys, ne è un esempio il prodotto Flesh Warmer  utilizzato per scaldare le Fleshlight,  masturbatori per uomini che riproducono l'apparato femminile.

Vediamo alcuni dei prodotti in silicone presenti nel nostro catalogo.

Prodotti dalla Fun Factory, azienda tedesca leader nel settore, troviamo il dildo anale Bendybeads, il vibratore ergonomico Patchy Paul e il dildo Share XL, utilizzato soprattutto dalle coppie.

In ordine abbiamo il raffinato Elise della Lelo e il dildo Ella dello stesso produttore. Infine il nuovo prodotto We Vibe III, un sex toys dalla forma innovativa che stimola allo stesso tempo clitoride e punto G e può essere usato durante il rapporto.

Non è un caso che il silicone medicale sia utilizzato dalle più famose e raffinate case produttrici di sex toys come Lelo, Fun Factory e Leaf. Proprio a quete caratteristiche e al loro design innovativo è dovuto il prezzo leggermente superiore rispetto ad altri prodotti in plastica o jelly.

Non vi resta che scegliere qual'è la forma e la dimensione giusta per voi; non dimenticate che tutti i prodotti in silicone sono incompatibili con i lubrificanti in silicone, scegliete invece quelli a base d'acqua come quelli della Mixgliss, disponibili in diverse versioni.